Il bonus raddoppia

Agevolazioni per ristrutturazione e risparmio energetico allungate al 2021.In più, arriva lo sconto per i lavori strutturali antisisma, che può  arrivare anche all’85% Se il parlamento approverà.

Promessa in buona parte mantenuta. Come sempre, si può discutere su questo o quell’aspetto del, provvedimento , ma un dato è inequivocabile : il bonus casa non lascia , raddoppia . Perchè a differenza del passato , lo sconto fiscale abbina il risparmio energetico alla prevenzione antisismica. Insomma , può agire su due fronti (io Avrei Aggiunto La sicurezza) ,in tutti i due i casi guadagnandoci(sul medio periodo) e con una vita più confortevole . Anzi una vita assicurata , visto il tasso di sismicità dell’Italia. In tutto l’impegno dello stato è quantificato in 3 miliardi in tre anni, comprese le iniziative per il dissesto idrogeologico e gli investimenti per l’edilizia scolastica : una cifra che dovrebbe , nelle attese , rimettere in moto buona parte del sistema costruzioni.

E’ bene , però , gettare acqua sul fuoco: la disillusione può essere cocente . Quelle che spieghiamo in questo articolo sono sono le proposte del governo contenute nella legge di bilancio. E’ presumibile che che il parlamento (camera e senato si rimpallano i provvedimenti, è bene non dimenticarlo)non voglia infierire su un settore ,quello dell’edilizia, in precaria sopravvivenza , anche perchè i bonus finora si sono dimostrati a saldo positivo per lo stato(gli introiti netti sono maggiori degli sconti praticati). Ma non si sa mai. Se la legge di bilancio slittasse a dopo il 4 dicembre o fosse stravolta , magari dopo un esito infausto per il governo del voto sul referendum costituzionale (cioè se vincerà il no), anche i bonus casa così concepiti potrebbe subire variazioni . ma siamo nel campo delle ipotesi.

Se invece , andrà tutto bene , cioè se le eventuali modifiche del parlamento non toccheranno la sostanza di quanto proposto dall’Esecutivo, nel 2017il credito di imposta Irpef sarà rafforzato fino al 75% se i miglioramenti riguarderanno interi edifici condominiali . Non solo : gli incentivi si stendono anche per gli interventi che riguardano i complessi alberghieri . Se, invece, i lavori edili saranno solo motivati da abbellimenti o semplici ristrutturazioni , rimane la prorogadi un anno dell’incentivo del 50%. Ma uno dei punti qualificanti , che prende atto delle richieste del mercato, è la proroga per cinque anni dell’incentivo del 655 del ecobonus che potrà essere utilizzato in questa forma dal  2017 al 2021. infine , quello che è già stato battezzato il sisma bonus : dato che i lavori per rendere a prova di terremoto un edificio posso essere dispendiosi, il super incentivo può arrivare all’85% della spesa , se si raggiunge la più alta classe di rischio. in pratica si spende solo il 15% per mettere i sicurezza un edificio.

Insomma , di carne al fuoco ce n’è parecchia . Dove invece il governo sembra non abbia trovato la quadra è il progetto di utilizzare le ESCO come chiavistello per riuscire a finanziare i progetti senza sborsi da parte dei proprietari di casa . Un aspetto essenziale che ci auguriamo sia affrontato al più presto .

Nel prossimo Articolo vedremo cosa ha deciso il governo e che cosa contengono i provvedimenti che arrivano in discussione in parlamento…..

ritornate a trovarci nel Nostro Blog tra qualche giorno . Buon Inizio anno .sistema-frontalino-3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *