Attenti ai pilastri della sicurezza

Buona parte dei condomini Italiani sono stati costruiti oltre 50 anni fa , con uno scheletro di cemento armato. C’è il rischio che la struttura sia diventata poco sicura? Meglio verificare

 

il recente tragico crollo del ponte Morandi a Genova ha portato in evidenza le incognite sulla durata e sulla resistenza delle strutture in cemento armato. Ma ha anche creato molti dubbi nelle coscienze degli amministratori di condominio , che nella quasi totalità dei casi si trovano a gestire immobili realizzati con cemento armato. Il nocciolo della questione è rappresentato dal fatto di dover stabilire fino a che punto gli amministratori di condominio sono responsabili della manutenzione della struttura portante dell’edificio amministrato e quali mezzi hanno hanno a disposizione per effettuare gli opportuni controlli. E’ fuor di dubbio che la responsabilità sulla manutenzione dell’immobile è in capo all’amministratore di condominio , ma viene spontaneo poi accertare quali  in effetti, siano le azioni che lo stesso può porre in essere autonomamente .

Scarso potere 

La risposta è automatica e semplice : nessuna . Infatti , l’amministratore non ha il potere di decidere spese anche se necessarie. Deve al contrario ,sempre sottoporle all’assemblea, che valuterà se i controlli da effettuare e relativi costi sono spesa necessaria o meno. Poi che  riteniamo che sia impossibile e sconsigliabile per l’amministratore , anche se fosse un tecnico , valutare personalmente lo stato della struttura portante , l’amministratore per tutelarsi da eventuali responsabilità nei casi di stabili costruiti da almeno 50 anni ha due sole alternative :la prima indire una assemblea straordinaria , ponendo all’ordine del giorno la verifica delle strutture portanti dell’immobile con la relativa nomina di un tecnico abilitato. Oppure nel caso di situazioni preoccupanti (ma in base a quali elementi è possibile valutare “preoccupante” una particolare situazione?)consigliamo agli amministratori di chiamare i Vigili del Fuoco in modo da avere una certificazione affidabile dello stato delle strutture .

Verificate che……

Consigliamo comunque a  tutti gli amministratori di prestare attenzione a eventuali sfaldature del cemento armato facendo sempre ripristinare eventuali  scoperture dei ferri della struttura portante e di chiedere periodicamente ai condomini e inquilini di eventuali situazione di ammaloramento delle strutture in cemento armato. Nell’occasione ci sentiamo in obbligo di segnalare ancora una volta la necessita di l’obbligatorietà del libretto di Fabbricato da cui sia possibile ricostruire tutti i dati relativi alla costruzione ed agli interventi successivi .

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *